Chi Kung e Meditazione

Chi corrisponde al suono vocale cinese che significa energia, Kung indica il concetto di lavoro, pratica: il termine Chi Kung è traducibile in: pratica, o lavoro, con l’energia.

Esistono numerose scuole di Chi Kung, soprattutto in Cina dove ha avuto origine parecchi secoli fa, tutte accomunate dal principio di fondo che alla base di una buona salute e della longevità c’è il buon funzionamento del sistema energetico, cioè quella struttura interna all’organismo fatta di canali – i meridiani- dove l’energia vitale può scorrere fluidamente oppure no.

Corsi di Chi Kung - Artedilungavita - Chi Kung e meditazionePerché è così importante che l’energia fluisca liberamente e abbondantemente nell’organismo? Perché l’energia è Forza che ci permette di vivere con risposte adeguate a tutte le richieste di movimento e cambiamento che la vita quotidiana esige su tutti i piani: dal fisico, all’emotivo/mentale, allo spirituale.

Energia è la Vita stessa che ci penetra attraverso il respiro, a ogni inspirazione l’energia che sostiene tutto l’Universo precipita in noi e attraverso i meridiani si diffonde in tutto l’organismo…noi non ci accorgiamo più di questo miracolo che avviene circa 15 volte al minuto, diamo per scontata una funzione che è all’origine della nostra vita fuori dal grembo materno e ci accompagna per tutta l’esistenza fino al respiro finale, in effetti viviamo come automatico qualcosa che invece è peculiare e molto misterioso.

Dalla nascita e per tutto il periodo della giovinezza (se non ci sono problematiche) l’energia è prorompente, in continua crescita fino all’età adulta, poi piano piano la tendenza si inverte e bisogna fare i conti con una riduzione che nella vecchiaia diventa molto evidente. Si può osservare che anche da giovani comunque non è sempre uguale il livello energetico, basti pensare a come un ‘banale’ raffreddore possa abbassare lo standard di prestazione anche nelle più semplici incombenze quotidiane. Si capisce quindi come da sempre l’essere umano abbia ricercato modi per mantenere viva questa forza e il più a lungo possibile.

I Maestri Taoisti, che nell’antica Cina studiavano la natura del Cosmo e il vicendevole rapporto tra questo e gli uomini, arrivarono a individuare prima e a codificare poi, una mappa dei centri energetici, e relativi collegamenti, che all’interno dell’organismo umano raccolgono e conservano l’energia proveniente dall’Universo. Di qui la creazione di esercizi fisici volti a incentivare e proteggere la vitalità dei vari centri energetici: il Chi Kung.

La tecnica di base prevede posizioni e movimenti abbinati a una profonda respirazione che pone chi pratica in uno stato di tranquillità e rilassamento che favorisce la buona circolazione dell’energia. Si può intervenire anche più specificamente: il Chi introdotto con l’inspirazione viene convogliato, grazie alla nostra focalizzazione, a un centro energetico prescelto che in tal modo sollecitato intensificherà l’emissione di energia a favore degli organi circostanti. Questo procedimento risponde al principio secondo cui l’energia va dove va la nostra attenzione.

Per riuscire a mantenere la concentrazione il più a lungo possibile, bisogna affinare l’abilità di mantenerci fermi nella percezione della matrice energetica per non farci agganciare dai pensieri, cosa non facile all’inizio ma indispensabile per rimanere in attento ascolto di quanto accade “dentro” e diventare più consapevoli che la Vita scorre in noi o meglio noi galleggiamo nella Vita. L’attento ascolto di questa connessione è Meditazione.

Share This