Il Tai Chi Chuan: perché praticarlo

Tra le molte pratiche e discipline per il corpo (ma anche per la mente) il Tai Chi Chuan è una delle più antiche. Come molti sanno ‘nasce’ in Cina nel 1400 circa e attraversa i secoli per giungere fino a noi grazie alla dedizione totale di due famiglie: la Famiglia Chen per prima e la Famiglia Yang in seguito, storia affascinante e anche ricca di mistero. Inizialmente arte marziale per eccellenza finalizzata esclusivamente all’abilità nel combattimento, il Tai Chi  diviene già a partire dal 1800 un’attività per potenziare la salute, ed è in questa veste di pratica per il benessere che giunge in Occidente nel secolo scorso. Il benessere é la salute psicofisica che ci permette di godere appieno dell’esistenza, anche nelle vicissitudini. E’ uno stato personale che va coltivato e protetto perché se non ce ne prendiamo cura sarà difficile vivere una vita appagante e anzi prima o poi vivremo in uno stato di malessere. La salute è determinata dalla vitalità, ovvero dalla qualità e dalla quantità di energia che scorre nel corpo e ci tonifica potenziando tutto l’organismo nei suoi diversi livelli: fisico, emotivo/mentale, spirituale.

Il training comincia dal corpo fisico. Il Tai Chi ci istruisce circa la postura e il movimento corretti, con l’obiettivo di ridare elasticità e naturalezza al movimento affinché muoversi torni ad essere facile  e piacevole, superando i limiti imposti nel corso del tempo da posture sbagliate.  Il corpo più sciolto e agile consente una respirazione più ampia e profonda e l’energia cosmica, penetrando attraverso il respiro, attiva e stimola la struttura energetica presente. Da qui la progressiva stabilizzazione in uno stato di forza e salute. Da tutto ciò trae grande beneficio la mente che imparando a focalizzarsi nell’azione del corpo diventa più calma e di conseguenza più lucida e fresca (del Tai Chi è stato detto anche che è una meditazione in movimento). In persone ansiose la pratica del Tai Chi favorisce il calo dell’inquietudine inducendo tranquillità, in persone stressate porta relax e in persone con un basso tenore vitale induce slancio e vivacità. In generale si può notare nelle persone che praticano il Tai Chi un progressivo miglioramento nella sfera emotiva/mentale, questo è dovuto alla morbidezza e lentezza del ritmo che dona calma e tranquillità, all’attenzione finalmente accordata a sé stessi che conduce a maggior fiducia e amore di sé, e al lavoro di gruppo che genera amicizia e mai vuota competizione e quindi ci arricchisce con relazioni amichevoli. Inoltre la pratica del Tai Chi che nel corso degli anni ci conduce in livelli sempre più profondi di noi stessi, ci porta a una maggiore comprensione di chi siamo.

Share This